! Non categorizzato Irea Samantha  

Perché l’amore non è pericoloso insieme?

Nominato un rotolo peccato, da un lato, e santificato da tradizioni millenarie, dall’altro. Condannato in quasi tutte le culture moderne e nonostante tutto ciò che è popolare e universalmente praticato, perché le persone vogliono sempre la varietà.

Il sesso non è insieme: com’era una volta, com’è adesso e come relazionarsi ad esso?

Quasi nessuno può dire esattamente quando le persone hanno avuto l’idea di fare sesso di gruppo per la prima volta. Ma dato che questo tipo di rapporti sessuali è molto popolare tra i primati – gli scimpanzé bonobo – si può presumere che le persone non si siano negate questo piacere molto prima di diventare esseri umani..

Ma in un momento di cui già sappiamo qualcosa in modo più o meno affidabile, il sesso di gruppo era un fenomeno allo stesso tempo abbastanza banale e sacro. I baccanali, originari dell’antica Grecia e successivamente adottati dai romani – festività in onore del dio della vinificazione, del divertimento e della fertilità Bacco (lo conosciamo anche con i nomi di Dioniso e Bacco) – assunsero orge di massa “sacre”. Inizialmente, era una vacanza puramente femminile e agli uomini non era permesso entrare. Ma le giovani fanciulle potrebbero parteciparvi su base di parità con le donne sposate. Le azioni sessuali di gruppo erano anche dedicate ad altre divinità: Demetra, Venere, Saturno. Tali feste, chiamate orge, erano originariamente culti mistici che promuovono l’illuminazione e il rilascio emotivo..

Gli antichi generalmente trattavano il sesso semplicemente, come un’attività divertente che può essere intervallata da balli, canti, feste rituali e rituali. Durante i Saturnali, dopo la mietitura, le autorità romane organizzarono un carnevale in cui gli schiavi erano uguali ai padroni. L’emancipazione raggiunse limiti inimmaginabili e una folla enorme si trasformò in una palla copula.

I papuani della Nuova Guinea hanno un’usanza, descritta da Miklouho-Maclay: qualche tempo dopo il matrimonio, la ragazza volontariamente è andata a “visitare” a turno tutti gli uomini della tribù. È tornata da suo marito solo quando non era rimasto un solo uomo nell’insediamento, che ha ignorato. La cosa più sorprendente è che durante il suo matrimonio ha intrapreso questi “viaggi” più di una volta.

Gli uomini della tribù Yaoundé nell’Africa equatoriale sono convinti che più amanti ha una donna, meglio è. Chi è migliore? Sì, tutti! E per avere rapporti sessuali non è affatto necessario andare in pensione. E tutti possono semplicemente unirsi.

In generale, nei tempi antichi nessuno vedeva niente di male nel sesso di gruppo. Molti non vedono niente di male nemmeno adesso, nonostante le dure proibizioni della chiesa e la condanna della società..

Cosa ci ha portato la rivoluzione sessuale

Il sesso di gruppo è sbocciato in una nuova fioritura rigogliosa negli anni ’60, durante la rivoluzione sessuale. E non svanisce ancora oggi, sebbene la diffusione dell’AIDS negli anni ’80 abbia raffreddato l’ardore di molti ricercatori di intrattenimento collettivo..

La morale pubblica ancora disapprova il sesso di gruppo in questi giorni, ma quando e chi l’ha fermato? Come sapete, “tutto ciò che di buono nella vita è illegale, o immorale, o porta all’obesità”..

Tuttavia, è buono? Scopriamo cosa hanno da dire i partecipanti alle orge domestiche moderne:

Olga, 25 anni: “Non dico che sia solo una stravaganza, ma è stato divertente. A volte non rifiuterò e non ripeterò “.

Svetlana, 26 anni: “Non pensavo che sarei stata in grado di prendere una decisione del genere … Adesso me ne pento piuttosto. C’è un persistente retrogusto disgustoso di cui non riesco a liberarmi “..

Zhenya, 24 anni: “In generale, un’esperienza interessante, ma è adatta solo come avventura unica. Dopo tutto, il sesso non riguarda solo l’interazione fisica. Ci deve essere qualcos’altro qui. E qui nel sesso di gruppo questo “qualcosa” non è “.

Devo dire che nel sesso di gruppo c’è effettivamente un certo “deficit di comunicazione”. Non si tratta tanto delle classiche “conversazioni post-sesso” quanto del fatto che è psicologicamente difficile concentrarsi su due partner contemporaneamente. E se ce ne sono di più.

Swing: un altro modo per fare amicizia con le famiglie

Separatamente, vale la pena menzionare un altro prodotto della rivoluzione sessuale: lo swing. Deludiamo gli esteti: non stiamo parlando di musica jazz, ma di scambio di partner sessuali tra coppie (in inglese, la parola “swing”, tra le altre cose, significa “moving”, “shift”). Lo swing implica la presenza di coppie stabili: principalmente sposate o semplicemente che hanno una relazione da diversi anni. Le coppie si scambiano partner per diversificare le loro vite sessuali. Gli scambisti affermano che la loro attività sessuale non mina la fiducia all’interno della coppia ed esclude il contatto casuale sul lato.

Il primo comandamento di Swing: non rovinare il matrimonio di qualcun altro. Si ritiene che tra gli scambisti il ​​tasso di divorzi sia inferiore a quello delle coppie della stessa età ed esperienza coniugale che non hanno diversificato la loro vita sessuale nel tempo. Ma in realtà, questa affermazione è molto controversa. In generale, lo swing non implica il sesso di gruppo indispensabile – è solo una delle opzioni chiamate “swing aperto”. È anche comune lo “swing chiuso” – quando le coppie cambiano partner e fanno sesso regolarmente in privacy.

Non c’è niente di strano nel fatto che lo swing abbia degli avversari: tuttavia, per quanto parli della “nuova filosofia delle relazioni interpersonali”, lo swing è uno schiaffo alla morale tradizionale. È molto più sorprendente che, nonostante la notevole popolarità dello swing, ci siano molte persone che preferiscono lo swing al sesso di gruppo “normale”.

Lina, 26 anni: “Ho provato il sesso di gruppo quando ero libera e mi è piaciuto. Ma c’erano due persone a cui ero praticamente indifferente – e andava tutto bene. Ma non riesco assolutamente a immaginare cosa darei al mio amato marito a qualcuno. È solo innaturale! “.

Dima, 27 anni: “Beh, divertirsi fa bene, chi può ribattere. Ma mettere la tua amata, la tua unica sotto un altro uomo? E lo guardi anche tu? Qui devi essere un sacco di merda completo. No davvero! “.

Lev Grigoriev, psicoterapeuta commenta:

– Non siamo più pagani, ma il sesso di gruppo è vivo e, a quanto pare, non morirà. Chi attira? Persone molto diverse vengono a questa forma di sesso e per motivi diversi. La maggior parte di loro vede questa forma di comportamento sessuale come una via d’uscita dalla propria crisi personale. Ma ci sono seri avvertimenti contro questo. Ad esempio, se fosse uno swing, quindi, di regola, la relazione in una coppia non sarà mai la stessa e il matrimonio con un’altissima probabilità cadrà presto a pezzi.

Il sesso di gruppo è estremamente pericoloso per le persone con traumi e per coloro che stanno attraversando situazioni di vita difficili. Di norma, la loro fiducia nel fatto che puoi “semplicemente uscire” si trasforma in una crisi e una depressione ancora maggiori.

Un altro pericolo è l’emergere di una forte dipendenza da tale sesso. Una persona diventa solo un po ‘: poche emozioni, poco piacere sensuale, poche nuove impressioni. Questo, alla fine, corrompe, perché un partner non sarà più in grado di soddisfare un simile “buongustaio”. Ebbene, riguardo al fatto che il rischio di contrarre epatite, malattie sessualmente trasmissibili o persino HIV è direttamente proporzionale al numero di partecipanti a tale festa, penso che non sia necessario dirlo.

Sono convinto che un tale rapporto sfigura sia il corpo che l’anima. Questa è una strada senza uscita. Se le persone sono in grado di dialogare e ascoltarsi, la coppia sarà sempre in grado di risolvere autonomamente i loro problemi intimi. Se non c’è dialogo, nessuno swing aiuterà, te lo assicuro..

Detentori di record di sesso di gruppo

Il record femminile appartiene all’attrice porno Lisa Sparks. Nel 2004, al festival del porno Eroticon, ha dormito con 919 (novecentodiciannove!) Uomini in un giorno. La matematica semplice ci dice che si tratta di 38 uomini l’ora, quindi ognuno ha impiegato meno di due minuti. E così – un giorno. Il record rimane finora insuperato. E questo è probabilmente un bene, perché l’immaginazione potrebbe non resistere a grandi numeri..

Il record maschile, per ovvi motivi, è più modesto, ma lascia anche a bocca aperta: durante le riprese del film “L’uomo più felice del mondo” nel 1997, l’attore porno John Doe ha soddisfatto 101 donne in un giorno. Per lo più, ovviamente, per via orale, ma comunque.

Francamente, sembra improbabile che fosse davvero l’uomo più felice in quel momento. Anche se chi lo sa?

Articoli simili

  • Etichetta sessuale: come comportarsi a letto

    Un ospite ben educato ed educato è la gioia e la gioia di ogni hostess. Sai sempre cosa aspettarti da lui. Porterà fiori e non si pulirà le mani…

  • Accordo prematrimoniale: amore secondo le regole

    Un contratto di matrimonio è volontario. Si può sostenere quanto sia corretto concludere un accordo commerciale con una persona cara. Lasciamo l’etica…

  • Pose ottimali per le donne

    Quanto è già stato scritto su di loro, iniziando dal famoso Kamasutra e finendo con opuscoli di samizdat sotterraneo! Prominenti sessuologi dediti alla selezione delle posizioni…